Oltre il CV

(di Nicola Giaconi, psicologo e creatore di Job Design. Tempo di lettura 3 min.)

Uno dei modi per farti conoscere dai potenziali datori di lavoro consiste nell’invio, a mezzo posta o via e-mail, del CV con una lettera di accompagnamento per essere convocato a un colloquio. Purtroppo molti disoccupati sembrano conoscere solo questo modo per proporsi, che ha dei vantaggi e degli svantaggi:
vantaggi: il curriculum può essere spedito, senza troppa fatica, a migliaia di aziende;
svantaggi: il curriculum funziona per i candidati con esperienza professionale, oppure con diploma o laurea di tipo tecnico e scientifico, che sono più scarse nel mercato della selezione.

È quindi molto raro per un “neo” (diplomato o laureato) ottenere dei colloqui mandando centinaia di curriculum a caso. Il curriculum deve essere accompagnato da una buona lettera di motivazione, in cui spiegare il motivo per cui si scrive a quella azienda e illustrare i propri obiettivi professionali. E come se non bastasse, alla base dell’inefficacia di questo strumento c’è sempre lo stesso fatto, di cui abbiamo già parlato: molte aziende cercano personale tramite network. Ma non è solo un problema delle aziende: la maggior parte dei disoccupati stessi inviano il loro curriculum sempre alle stesse aziende: quelle grandi, quelle conosciute, quelle che fanno pubblicità, quelle che si vedono per la strada, mentre la maggior parte delle altre aziende (circa il 90%) non ne riceve nessuno… incredibile ma vero!

Queste le cattive notizie sul curriculum. Ora le buone notizie: inviare il curriculum può essere una buona occasione per avere un motivo per contattare personalmente l’azienda (o per portarglielo di persona), cioè essere uno strumento per l’autocadidatura successiva. Telefonare per sapere se il tuo curriculum è arrivato è un modo semplice per creare una occasione per una telefonata, per un contatto diretto.

Questi brevi consigli parlano dei temi che affrontiamo quotidianamente con le persone che stanno cercando lavoro. Il bilancio delle competenze, i Corsi sulla ricerca del lavoro e il coaching possono migliorare le tue capacità di muoverti sul mercato del lavoro.