Colloquio: qualche parola di troppo può rovinare l’esito

Una cosa che osserviamo spesso nei colloqui è la tendenza dei candidati a dire cose con cui si mettono da soli fuori gioco. E’ molto comune, e si manifesta con il dare messaggi negativi, così, tanto per dire qualcosa e rompere i momenti di silenzio. “E’ da un po’ che non lavoro, ma so che quel lavoro lo posso fare”. “Non so se so fare quel lavoro, ma penso di poter imparare”. Purtroppo spesso dire queste cose comunica incertezza e mancanza di conoscenza e fiducia in sè stessi, che possono essere comunicati non solo da insicurezza, ma anche da comportamenti di superiorità, aggressività, distrazione o scarsa energia durante il colloquio.

Quindi fai una cosa utile: aiuta i selezionatori a farsi una idea chiara su di te. Vogliono sapere tre cose:

  1. che sei capace di fare quel lavoro
  2. che hai voglia di farlo
  3. che in quell’ambiente di lavoro “funzionerai” bene

Tutto il resto, troppe cose dette in più rischiano di fare un po’ di confusione, e di trasmettere messaggi ambigui che possono rovinare l’esito del tuo colloquio.

Questi brevi consigli parlano dei temi che affrontiamo quotidianamente con le persone che stanno cercando lavoro. Il bilancio delle competenze, i Corsi sulla ricerca del lavoro e il coaching possono migliorare le tue capacità di muoverti sul mercato del lavoro.